Nicola Puglielli ospite di Francesco Sciarretta a JazzTrain, Radio Cittá Aperta, il 20 maggio 2014

http://www.spreaker.com/user/iliovass/nicola-puglielli-jazztrain-guest

“I Trovatori” al Macro per Enel Contemporanea

Dal 15 dicembre al 6 gennaio Enel e MACRO presentano Natale @ Big Bambú: otto concerti che spaziano dal jazz alla musica classica con interpreti affermati e di talento in un viaggio musicale al confine dei generi, alla scoperta di Big Bambù, la grande architettura/scultura di corde e bambú che sarà illuminata a festa per tutto il periodo natalizio, trasformando ancora una volta gli spazi del Museo di Testaccio. E, per finire, il giorno della Befana giochi e divertimenti per i più piccoli.

L’ingresso è libero fino a esaurimento posti.

PROGRAMMA
domenica 15 dicembre ore 18.00 | Quintetto di Ottoni dell’Accademia di Santa Cecilia
Fantasia Dixieland / Fats Waller, Carmichael, Pollack, Creamer & Layton, Garland
Andrea Lucchi (tromba), Antonio Ruggeri (tromba), Fabio Frapparelli (corno), Basilio Sanfilippo (trombone), Maurizio Persia (trombone basso).
sabato 21 dicembre ore 19.00 | inaugurazione mostra Roberto Bosco. OLTRE CONFINE
domenica 22 dicembre ore 18.00 | I Solisti dell’Accademia di Santa Cecilia
Da Venezia a Vienna / Vivaldi, Mozart, Beethoven
sabato 28 dicembre ore 18.00 | Balanescu Quartet plays Kraftwerk
domenica 29 dicembre ore 18.00 | Hot Club De Zazz
sabato 4 gennaio ore 18.00 | Raffaele Costantino (Elettronica), Fabrizio Bosso (Tromba)
domenica 5 gennaio ore 18.00 | Tres blues in bassorilievo
lunedì 6 gennaio | Gran finale per la festa della Befana
> ore 11.30: Il Quint’etto dell’Accademia di Santa Cecilia
Classica, Leggera o… Il peso della leggera, la leggerezza della classica
Miller, Piazzolla, Mancini, Teodorakis, Giuffrè, Gershwin
> ore 15.00: Festa della Befana con giochi e animazioni per bambini
> ore 18.00: Oren Lavie

INFO
MACRO Testaccio
piazza O. Giustiniani 4, Roma
bambu@eneleventi.it / +39 06 33399395enel cont.

“I Trovatori” a musica Fuori Centro, Serapicum

hcdz seraphicum

18:00 | Domenica 13 Ottobre 2013
Concerto jazz già passato
Auditorium del Seraphicum
Via del Serafico, 1
00142 Roma
Una sorprendente rilettura della celebre opera verdiana in chiave gipsy-swing realizzata per il bicentenario del grande compositore da Nicola Puglielli, Luca Pagliani, Roberto Nicoletti, Xavier Rigaut, Pino Sallusti.
Rassegna Musica Fuori Centro

 

“I Trovatori”,Anfiteatro Festival di Albano, 2/8/13

anfitatro festivalL’Anfiteatro Festival, organizzato da Europa Musica, si svolge all’interno della cornice naturale del sito archeologico della cittadina laziale.
Nella foto gli Hot Club de Zazz

Il violinista Salvatore Accardo, uno dei più prestigiosi solisti della scena musicale internazionale, accompagnato dall’Orchestra da Camera Italiana, questa sera sarà il protagonista dell'”Anfiteatro Festival” di Albano. Il concerto si terrà, a partire dalle 21.00, all’interno della cornice naturale del sito archeologico di via dell’Anfiteatro Romano. Domani sera, la rassegna ospiterà, alla stessa ora, il quintetto degli “Hot Club de Zazz”. Domenica 4 agosto sarà poi la volta del Balletto di Roma, con “Contemporary Tango”.

Il Programma della serata prevede un repertorio di grande virtuosismo: i Cinque Pezzi per violino e orchestra d’archi del compositore austriaco Fritz Kreisler; dal concerto per violino e orchestra n. 2 in si minore “La Campanella” di Niccolò Paganini; serenata per archi in do maggiore opera 48 di Petr Ilic Cajkovskij.

L’Anfiteatro Festival, organizzato da Europa Musica, e che si svolge all’interno della cornice naturale del sito archeologico della cittadina laziale sotto la direzione artistica del maestro Renzo Renzi, ha preso il via il 27 luglio con una spettacolare produzione dell’AIDA di Giuseppe Verdi e propone quattordici serate tutte di altissimo livello, che spaziano dalla musica lirica a quella da camera, dal jazz ai ritmi africani, dai suoni mediterranei al gipsy, dal musical al cinema alla danza. Molte le contaminazioni di genere che rappresentano il filo conduttore di tutta la rassegna che vanta la presenza di protagonisti di rilievo della scena culturale internazionale.

Gli Hot Club de Zazz, tre chitarre un’armonica ed un contrabbasso, domani sera proporranno una travolgente rilettura in chiave gipsy del Trovatore di Giuseppe Verdi.

Una sfida ambiziosa, nata da un’idea di Nicola Puglielli con arrangiamenti dello stesso Puglielli, Luca Pagliani e Roberto Nicoletti, quella di far incontrare la lirica di Verdi con lo swing del chitarrista Django Reinhardt di origine zigana (1910-1953), punto di riferimento musicale degli Hot Club de Zazz.

La storia del Trovatore è basata sulla rivalità tra due uomini, il Conte e il Trovatore Manrico – figlio adottivo della zingara Azucena – che ignorano di essere fratelli e amano la stessa donna. In questa vicenda fatta di passione, gelosia, onore, ambientata nella Spagna del quattrocento, il quintetto trova la chiave per unire due mondi all’apparenza lontani, due gusti musicali, due epoche. Il risultato è davvero unico, innovativo e coinvolgente.

Hot Club de Zazz: Roberto Nicoletti chitarra, Nicola Puglielli, chitarra, Luca Pagliani chitarra, Pino Sallusti contrabbasso, Xavier Rigaut armonica.

“I Trovatori” al Garbatella Jazz Festival

 

hcdz a garbatella

Hot Club de Zazz presenta i Trovatori

Il 5 luglio alla Villetta, aspettando il Garbatella Jazz Festival 2013 di settembre, sulle note rivisitate in chiave gipsy swing del “Trovatore” di Giuseppe Verdi

Torna il jazz alla Villetta con un assaggio di quello che sarà il Garbatella Jazz Festival 2013, la cui nona edizione si svolgerà nella tradizionale location di Via Passino a fine settembre. L’appuntamento per l’assaggio è il 5 luglio, alla Villetta, dalle 20,30 (ingresso libero, bar e cucina).

La serata del 5 luglio, organizzata dalle associazioni culturali Cara Garbatella ed Altrevie in collaborazione con la Polisportiva G. castello, ospiterà il gruppo Hot Club de Zazz, che con “i Trovatori” presenterà una rivisitazione in chiave gipsy swing di alcune indimenticabili melodie del “Trovatore” di Giuseppe Verdi. L’idea è di Nicola Puglielli, gli arrangiamenti di Nicola Puglielli, Luca Pagliani e Roberto Nicoletti per il Quintetto Hot Club de Zazz (un’armonica, tre chitarre e un contrabbasso).

Un gioco appassionante con la musica di Verdi, per un concerto di circa 90 minuti, dove il susseguirsi delle melodie si alterna all’evocazione di una storia rocambolesca, quella del “Trovatore”, appunto, che si basa sulla rivalità tra due uomini, il Conte e il Trovatore Manrico, che ignorano di essere fratelli e amano la stessa donna. Partecipe della storia, la zingara Azucena, madre adottiva del Trovatore, responsabile inconsapevole e lei stessa vittima dell’incatenarsi degli eventi, che mescolano amore, onore, gelosia fino al fuoco dell’ “orrenda pira”. La tragedia è ambientata in Spagna alla fine del Quattrocento.

Il concerto presenta una sfida ambiziosa: quella di far incontrare la lirica di Giuseppe Verdi con lo swing del chitarrista Django Reinhardt (1910-1953), anche lui zingaro e passato “attraverso il fuoco” prima di diventare il più grande jazzman europeo.

Hot Club de Zazz è impegnato in questa sfida ambiziosa, per festeggiare il bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi e omaggiare la città di Roma che ospitò la prima rappresentazione trionfale del “Trovatore”, nel Teatro Apollo, il 19 gennaio 1853.Hot Club de Zazz: formazione musicale creata a Roma nel 2002 e ispirata alla musica di Django Reinhardt, il leggendario chitarrista jazz di origine zigana “manouche”, nato il 23 gennaio 1910 a Liberchies (Belgio) e morto il 16 maggio 1953 a Samois-sur-Seine (Francia). In questo quintetto acustico, basato su un’idea dell’armonicista francese Xavier Rigaut, 3 chitarristi di eccezione: Nicola Puglielli, solista poliedrico della scena jazz italiana, Luca Pagliani, di formazione classica, e Roberto Nicoletti, di formazione jazz fusion. Completa l’assetto ritmico, il contrabbassista Pino Sallusti di esperienza internazionale.